La Croce Rossa Italiana (C.R.I.) nasce il 15 giugno 1864 a Milano quando, grazie all’iniziativa del medico Cesare Castiglioni, fu dichiarato costituito il “Comitato milanese dell’Associazione italiana per il soccorso dei feriti e i malati di guerra”, anticipando quello che il 22 agosto dello stesso anno sarebbe avvenuto durante la Conferenza Internazionale di Ginevra. Oltre un secolo e mezzo di attività umanitaria nel segno di 7 Principi più vivi che mai, 157 anni di “Un’Italia che aiuta”.

Sin dalla sua nascita, la Croce Rossa è stata in prima linea in qualunque crisi, calamità, emergenza. Ovunque ci fosse la necessità di sostenere e sollevare qualcuno dalla sofferenza la CRI era presente. In ogni momento storico, questo agire ha cementificato e contribuito a diffondere quella rivoluzione culturale che Henry Dunant, padre fondatore del Movimento della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, compì alla fine del XIX secolo e che gettò il seme di quello che oggi è considerato l’umanitarismo moderno.

Il 15 giugno, come tutte le ricorrenze, è anche un’occasione di riflessione e di bilancio. Un bilancio che nell’ultimo anno e mezzo ha visto un fortissimo e lungo impegno sul fronte dell’emergenza sanitaria e sociale dovuta alla diffusione del virus Covid-19.

Come scriveva il suo ideatore, Henry Dunant, la Croce Rossa deve rappresentare il meglio della società civile: persone preparate e formate, persone pronte a intervenire in soccorso di altre persone. E l’impegno dei circa 150 volontari della Croce Rossa Italiana di Molfetta, la loro professionalità, la loro dedizione agli altri, rispondono ancora oggi, a distanza di 157 anni, a quella visione.

Per questo motivo, il 15 giugno ci concediamo di sentirci orgogliosi. Orgogliosi di essere parte del Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa. Orgogliosi di essere “ovunque, per chiunque”, sempre in prima linea e sempre più vicini alla nostra comunità. 

È ormai passato un anno da quando i nostri volontari sono stati impiegati per supportare la risposta all’emergenza Covid-19. Proprio il 07 febbraio 2020, infatti, i nostri volontari hanno iniziato il servizio di misurazione della temperatura ai passeggeri in arrivo all’Aeroporto di Bari. Dai primi giorni di allerta, la nostra Sala Operativa Locale ha iniziato un progressivo potenziamento delle attività al fine di poter far fronte all’emergenza. I nostri volontari sono al servizio della comunità garantendo soccorso, supporto sanitario, sociale e logistico, gestendo in sicurezza i trasporti. Abbiamo trasformato un periodo critico nel “Tempo della Gentilezza”, intensificando su tutto il territorio nazionale, i servizi per le persone più vulnerabili e con maggior fragilità sociali e sanitarie, tra i quali la spesa a domicilio, il trasporto sociale, la consegna dei farmaci e dei beni di prima necessità.

  • 530 consegne di farmaci;
  • 730 consegne di spese e pacchi viveri;
  • 3500km percorsi;
  • 200 turni complessivi;
  • 514 volontari/turno;
  • 800 oggetti scolastici raccolti;
  • 3000 giochi per i bimbi raccolti;
  • 100 coperte e sacchi a pelo raccolti per i lavoratori delle campagne terlizzesi.

Questi sono solo alcuni dei dati delle attività svolte che si riportano di seguito:

  • la misurazione della temperatura presso l’Aereoporto di Bari;
  • il montaggio di tende di pre-triage presso gli ospedali “di Venere” e “San Paolo” di Bari.
  • il servizio di pronto spesa e pronto farmaco attraverso il numero verde “CRI per le persone” 800-065510, attivo H24.
  • la collaborazione con Coop Alleanza 3.0 dell’Ipercoop di Molfetta che attraverso l’iniziativa “L’unione fa la spesa” garantisce alle persone anziane o quelle che per condizioni di salute sono maggiormente vulnerabili di fronte al Coronavirus, di ricevere direttamente a casa la spesa.
  • il servizio di pronto farmaco in collaborazione con Federfarma (Federazione nazionale unitaria titolari di farmacia) che consente la consegna dei farmaci da molte Farmacie cittadine.
  • il servizio di pronto spesa e pronto farmaco, sotto il coordinamento del Centro Operativo Comunale (C.O.C.) del Comune di Molfetta, per tutta la popolazione over 65 o maggiormente vulnerabile;
  • la consegna dei pacchi alimentari messi a disposizione delle sempre più numerose famiglie indigenti, del territorio dal Social Market Solidale e dalla Parrocchia di San Gennaro.
  • la consegna di farmaci ospedalieri alle persone che, a causa della pandemia, non potevano uscire di casa;
  • il servizio di voucher farmaco svolto per contro del Comune di Molfetta;
  • il servizio di supporto al drive through organizzato dal Comune di Molfetta, per complessivi n. 24 turni di servizio ovvero 109 ore per 48 volontari in servizio;
  • il servizio di misurazione della temperatura corporea all’accesso del mercato settimanale;
  • il servizio di covid scout per lo svolgimento di tamponi antigenici presso gli istituti scolastici per i quali si rimanda all’apposita relazione.
Il nostro impegno a favore della Comunità continua. Noi ci siamo e continueremo ad esserci.

E’ attivo da oggi 6 novembre 2020 il numero verde 800.71.39.32 attivo dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9 alle ore 18. Il sabato dalle ore 9 alle ore 13, per tutte le informazioni e le procedure riguardanti il Covid-19

Quali informazioni posso chiedere al Numero Verde:

  • Informazioni sui Decreti, Ordinanze e Restrinzioni;
  • Chi contattare se ho necessità di consegna farmaci;
  • Chi contattare e come richiedere il servizio spesa a casa in caso di quarantena o isolamento o anziani, persone o adulti impossibilitati;
  • Come comportarsi, chi contattare e cosa fare in caso di necessità per assistenza sanitaria e sociale;
  • Prescrizione da rispettare in presenza di sintomi;
  • Come inquadrare il caso sospetto;
  • Quali sono le condizioni cliniche che impongono l’esecuzione del test diagnostico per COVID-19;
  • Suggerimenti utili e come comportarsi;
  • Informazioni di assistenza alla popolazione;
  • Come chiedere il servizio distribuzione pasti;

E tanto altro ancora.

Tutti coloro che contattano gli operatori del numero verde oltre gli orari indicati potranno registrare la richiesta che sarà evasa negli orari di servizio.

Sarà possibile avere tutte le informazioni anche scrivendo all’indirizzo e-mail molfettasalute@gmail.com 

© Riproduzione riservata

Donazioni e attestazioni di solidarietà in favore della ASL. Tre ventilatori polmonari sono stati donati questa mattina dalla Croce Rossa Puglia agli ospedali della azienda sanitaria locale. Due delle apparecchiature sono portatili e saranno installate nei prossimi giorni nella Unità operativa di Cardiologia dell’Ospedale di Corato e nella Unità operativa di Medicina Interna dell’ospedale di Molfetta. Il terzo ventilatore è fisso e sarà destinato alla Anestesia e Rianimazione del presidio ospedaliero di Putignano.

“Colgo l’occasione della donazione per ringraziare la Croce Rossa che ci ha fornito un aiuto prezioso nel corso di tutta la emergenza sanitaria a partire dalla installazione tempestiva delle tende per il triage negli ospedali di Bari all’inizio del lockdown – ha detto il direttore generale Antonio Sanguedolce nel corso di un incontro che si è tenuto questa mattina nella sede della direzione generale della ASL – e questo ulteriore gesto di solidarietà rappresenta una conferma di sostegno per operatori sanitari e cittadini”.

I ventilatori donati saranno impiegati per la gestione dei pazienti affetti da patologie respiratorie in fase acuta. “I ventilatori polmonari portatili potranno essere usati a supporto dei pazienti con patologie polmonari causate non solo dal contagio del virus Covid ma anche da altri agenti patogeni”, ha commentato la presidente del Comitato regionale Puglia della Croce Rossa Italiana, Ilaria Decimo.

© Riproduzione riservata

A partire dal 25 maggio su tutto il territorio nazionale è stata avviata l’indagine di sieroprevalenza condotta dal Ministero della Salute, dall’ISTAT ed in collaborazione con l’istituto Superiore di sanità, l’Opsedale Spallanzani ed il supporto della Croce Rossa Italiana.

Coronavirus, al via la campagna di test sierologici: se vi chiama questo  numero è la Croce Rossa - Genova 24

Il compito della Croce Rossa sarà quello di contattare telefonicamente il campione rappresentativo individuato dall’indagine e di fissare un appuntamento per un prelievo di sangue. Il prelievo potrà essere eseguito anche a domicilio se il soggetto è fragile o vulnerabile. Al momento del contatto verrà anche richiesto di rispondere ad uno specifico questionario predisposto dall’ISTAT, in accordo con il Comitato Tecnico scientifico. La riservatezza dei partecipanti sarà mantenuta per tutta la durata dell’indagine che servirà a capire quante persone nel nostro paese abbiano sviluppato gli anticorpi al nuovo Coronavirus, anche in assenza di sintomi. Per ottenere risultati affidabili e utili è importante che le persone selezionate per il campione aderiscano.

Il test è gratuito e volontario. È una grande opportunità per contribuire alla lotta al virus. Specifichiamo che non è possibile richiedere di partecipare all’indagine in quanto il campione teorico è stato già definito dall’ISTAT ed è ripartito, per il territorio di competenza del Comitato di Molfetta, tra Molfetta, Corato, Ruvo di Puglia, Terlizzi.

Pertanto, se riceverete una chiamata da un numero che inizia con 065510___ non riagganciate subito. Potrebbero essere i nostri volontari che vi contattano per lo svolgimento dell’indagine. Specifichiamo inoltre che i volontari della Croce Rossa sono abilitati a chiamare solo ed esclusivamente per lo svolgimento del questionario e per fissare un appuntamento presso la sede che vi verrà indicata per il test. Se avete dubbi chiedere ulteriori informazioni e dettagli. I nostri volontari sono adeguatamente formati per rispondere ad ogni vostra esigenza.

© Riproduzione riservata

Tracing Office e Restoring Family Links | CRI Altipiani

In un contesto come quello legato all’emergenza Covid-19, si sta assistendo alla perdita dei contatti familiari a causa del contagio o conseguentemente alle misure volte a prevenirlo. La Croce Rossa Italiana e le altre società Nazionali della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, insieme al Comitato Internazionale della Croce Rossa, da anni operano in tutto il mondo per rintracciare i familiari e ristabilire il legame con i loro cari attraverso il servizio del Restoring Family Links.

A fronte delle attuali circostanze, la Croce Rossa Italiana – Comitato di Molfetta può intervenire per rintracciare i familiari, ristabilire e mantenere i loro contatti, per supportare le procedure di ricongiungimento familiare. Il servizio può supportare i familiari che non riescono a comunicare con i propri cari a causa di un ricovero ospedaliero, perché in casa di cura, in quarantena o per l’assenza di mezzi di telefonica mobile o fissa presso il proprio domicilio. La CRI, inoltre, può assistere i familiari che desiderano ottenere informazioni sui loro cari deceduti a causa del contagio.

Chiunque avesse difficoltà a stabilire un contatto con i propri congiunti o che desiderano mantenere i contatti in caso di separazione dovuta al Covid-19 o coloro che non hanno più notizie dei propri cari, possono rivolgersi ai volontari della Croce Rossa Italiana telefonando al numero verde 800-065510, attivo h24 o al numero 3341485770. Gli operatori che rispondono alla chiamata forniranno supporto, informazioni e servizi a chiunque ne abbia bisogno.

© Riproduzione riservata

La festività di Pasqua quest’anno sarà per tutti noi diversa dal solito. Nella mattinata di sabato, circa 20 volontari e 3 mezzi erano operativi nell’ambito della campagna nazionale “Il tempo della Gentilezza”. I volontari della Croce Rossa Italiana – Comitato di Molfetta ispirati dal primo dei 7 principi fondamentali della Croce Rossa ovvero l’Umanità, cercano sempre di rispondere alle nuove necessità e vulnerabilità del territorio. In particolare, nel contesto emergenziale attuale, hanno dato rilievo all’importanza del ricevere semplici atti di gentilezza soprattutto per gli anziani ed i bambini ospiti di strutture socio-sanitarie, comunità e strutture di riabilitazione.

Per questo, i volontari hanno voluto donare dei “doni pasquali” a circa 50 minori ospiti delle Comunità gestite dal Consorzio Metropolis. Uova, colombe pasquali e tanti peluches e giocattoli, cercheranno così di far trascorrere in serenità questi giorni ai bimbi.

Un piccolo ma non unico gesto che acquisisce il valore della condivisone e comprensione del momento che tutti noi stiamo vivendo. Infatti, i volontari hanno anche consegnato, un uovo gigante e colombe alla Casa di riposo “Don Grittani” al fine di rendere più pasquale il clima tra gli anziani ospiti della struttura.

Non solo. Oltre ad aver effettuato le prime consegne di pacchi alimentari nell’ambito del servizio comunale di aiuti alla popolazione, i volontari hanno provveduto a consegnare, insieme ai volontari dell’Associazione AllenaMenti, le “scatole di Errepiu” con cui i bambini e ragazzi con bisogni speciali hanno potuto ricevere giochi, lettere personalizzate, messaggi speciali ecc.

Un ringraziamento particolare va agli operatori sanitari in prima linea in questa emergenza. Per questo nella mattinata di sabato i nostri volontari hanno consegnato all’Ospedale di Molfetta circa quaranta colombe pasquali donate dalla Coop Alleanza 3.0.

Ricordiamo infine che, anche in questi giorni non si fermano i servizi già avviati: pronto spesa e pronto farmaco attraverso il numero verde “CRI per le persone” 800065510 (anche in collaborazione con Federfarma e coop Allenza 3.0), e attraverso il numero comunale 0803385737; la consegna dei pacchi alimentari messi a disposizione delle famiglie indigenti del territorio dal Social Market Solidale e dalla Parrocchia di San Gennaro. Noi ci siamo e stiamo compiendo ogni sforzo possibile per aiutare chi ne ha bisogno “Poiché tutti possono, in un modo o nell’altro, ciascuno nella sua sfera e secondo le sue forze, contribuire in qualche misura a questa buona opera”. Chi volesse aiutarci può farlo attraverso un’erogazione liberale all’IBAN: IT89M0538741561000035140018 con Causale: donazione liberale per emergenza covid19.


© Riproduzione riservata

“… Poiché tutti possono, in un modo o nell’altro, ciascuno nella sua sfera e secondo le sue forze, contribuire in qualche misura a questa buona opera. „
Henry Dunant


In una situazione di emergenza come quella che stiamo vivendo questi giorni, i volontari della Croce Rossa Italiana – Comitato di Molfetta hanno bisogno dell’aiuto di tutti i cittadini per poter raggiungere il proprio obiettivo: aiutare i vulnerabili. Ovunque Per Chiunque! Ci sono due modi per poterci aiutare:

E’ possibile effettuare un’erogazione liberale per l’acquisto dei DPI, dispositivi di protezione individuale necessari per operare in completa sicurezza e delle attrezzature necessarie ad assistere la popolazione in questi giorni di Emergenza sia durante lo svolgimento del servizio di assistenza domiciliare coordinato dal Comune di Molfetta, sia durante i trasporti sociali.

Il secondo modo è quello di diventare volontari temporanei della nostra Associazione. Non sono necessarie qualifiche particolari, ma solo disponibilità di tempo e voglia di aiutare gli altri. Queste le uniche caratteristiche richieste a coloro che intraprenderanno questo percorso e che sceglieranno di farsi parte attiva della lotta contro le difficoltà generate dal Coronavirus. Infatti, dopo una breve formazione online, i neo-volontari potranno supportare le attività dell’Associazione a favore della popolazione quali:

–        consegna dei pacchi alimentari, farmaci e beni di prima necessità alle persone vulnerabili;

–        controllo dei passeggeri in aeroporto;

–        informazione e assistenza presso i desk e le centrali operative.

Per iscrizioni ed informazioni sul volontario temporaneo è possibile contattare il numero 334 14 85 770, inviare una mail a molfetta.sviluppo@puglia.cri.it, oppure inviare un messaggio alla pagina Facebook – https://www.facebook.com/crimolfetta/

Di seguito sono riportati i dati necessari per effettuare la donazione.

Beneficiario: Croce Rossa Italiana Comitato di Molfetta
Banca: BPER Banca
Causale: erogazione liberale per emergenza covid19
IBAN: IT89M0538741561000035140018

Aiutateci nel nostro intento. Solo con l’aiuto di tutti ce la faremo. #andràtuttobene
I nostri volontari non vi lasceranno soli ed anche loro hanno bisogno dell’aiuto di tutti voi.

Voi restate a casa.
Grazie!!

© Riproduzione riservata